news dalla buca dei francesi

Condividi con:

di Lucia Montomoli GSAL

Siamo tornati alla grotta dopo 15 gg. Il numero delle presenze ancora più scarso per impegni impossibili da rimandare degli altri membri del gruppo, ma non abbiamo voluto mandare a monte l’uscita perchè oramai ci siamo “incaponiti” di vedere quel vento freddo e fastidioso da dove arriva! In due dunque, anche se proprio non bisognerebbe scendere in grotta in così pochi, due appunto. Ma abbiamo applicato tutte le regole e le precauzioni che l’uscita così composta abbisognava. Imponendoci anche un orario di “termine lavori” per guadagnare l’uscita prima delle venti di sera perchè il meteo metteva temporali e rovesci in arrivo per la nottata, che puntualmente noi abbiamo applicato e il meteo pure! Siamo quindi usciti asciutti e in nottata, riparandoci in una casetta dell’Arnetola, assistito ad una tempesta di fulmini, tuoni e acqua a catinelle.P1060227

In grotta abbiamo continuato da dove avevamo lasciato, procedendo con molta fatica e lentamente, tanto che durante la “pausa pranzo” ci facciamo anche prendere dallo sconforto…non lo vogliamo dire apertamente ma il pensiero di abbandonare l’esplorazione è forte. Senonchè per assicurarci che una condotta stretta alla base del pozzo dove sostiamo per magiare non sia collegata in qualche modo con il punto dove stiamo disostruendo ci spinge a fare una prova di luci e urla. Gianni arriva fino al punto più estremo della disostruzione compiuta e io mi metto al buio con il naso e le orecchie dentro la condottina per vedere se scorgo bagliori di luce o sento la voce. All’urlo di Gianni che mi chiama io non sento e non vedo nulla ma lui di sopra si sente rispondere da una eco sorprendente!

Ma allora il buio che va per in giù che solo ci immaginiamo c’è davvero e forse l’ambiente che ci attende al di là di questa lunghissima strettoia non è nemmeno piccolo. Riprendiamo più confortati. Usciamo per l’ora prestabilita ligi al nostro buon senso e siamo più contenti e soddisfatti della volta precedente. Una o due uscite ancora, speriamo in più numerosi, e forse l’arcano sarà svelato.

All’esterno i lavori di cava procedono velocemente e all’interno a questo giro purtroppo abbiamo iniziato a vederne i primi segnali. Fino alla base del primo pozzo lungo a circa -80 ci songo pozze di marmettola che due settimana fa non esistevano. Terremo d’occhi la situazione.

Alla prossima!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *